Menu
TRE-LOGHI-IN-LINEA

Siamo ripartiti da Leonardo

Siamo ripartiti da Leonardo

Sì, proprio lui, il genio assoluto, per riflettere sul significato che ha per tutti noi, dal momento che la sua immensa figura è comunque l’emblema dell’Italia, o almeno di un certo tipo di Italia.

Genio, bellezza, sperimentazione, modulate tra ingegneria, architettura, scienza, pittura, design se vogliamo, musica, poesia, invenzione, versatilità assoluta e curiosità a tutto campo.

Anche Leonardo però senza nessuno che credesse in lui, sarebbe rimasto chiuso, con la sua ricchezza interiore, nell’ambito del suo studio. Di qui la mia attenzione per la Committenza, quella di ieri che ci ha permesso di godere di un patrimonio artistico culturale unico al mondo.

E oggi? La Committenza c’è? E se c’è dov’è? Di cosa e di chi si occupa?

Questa la ragione del mio interesse agli attuali committenti, coloro che comunque condividono con la comunità la loro passione per l’arte e a cui diciamo grazie con la targa del MISA d’Argento.

Non ci fermiamo qui però. Partendo dalla constatazione che nella storia dell’arte papi principi imperatori, l’aristocrazia allora prevalentemente, poi la borghesia illuminata in tempi più recenti hanno sempre usato l’arte come instrumentum regni o per abbellire le proprie dimore, suggeriamo agli imprenditori che ancora non si sono accostati all’arte di continuare questa bella tradizione. E in maniera semplice e costruttiva, facendo comunicazione, rivitalizzando quella filosofia che ha permesso ai nostri avi di rendere unico al mondo il nostro Paese dando appunto agli Artisti un incarico ad hoc.

Cito tra i tanti Isabella d’Este, Lorenzo il Magnifico, Giulio II, i Doria prima di tutto grandissimi manager che, a memento di sé sapevano usare l’arte e la condividevano mentore Maria Luisa de’ mMdici a “godimento delle genti”.

E così Così sono nati i progetti ARTOUR-O il MUST – il MUSeo Temporaneo, che è internazionale, MISA Ipotesi Dinamica – il Museo Internazionale in progress di Scultura per le Aziende, AlterEgo e ora ARTOUR-O Vola!
Tutti sono progetti di comunicazione e di immagine: ARTOUR-O il MUST è un palcoscenico dove convergono imprese e istituzioni che parlano della loro realtà usando il lessico dell’arte, MISA Ipotesi Dinamica porta invece l’arte all’interno di uno spazio di lavoro dando inizio al Museo che cresce con il crescere dell’Azienda, AlterEgo per le attività in Città e Vola! sulle ali del Web e altri ne nasceranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *